Mostre

Dall’autunno 2009, in virtù dei cospicui materiali didattici e scolastici acquisiti tramite acquisti e donazioni, il Centro di documentazione e ricerca sulla storia del libro scolastico e della letteratura per l’infanzia organizza mostre rivolte a insegnanti e alunni delle scuole primarie e secondarie, di dottorandi di ricerca, studenti universitari e di altri soggetti interessati, con l’intento di far conoscere la storia della scuola in Italia e di diffondere la cultura della memoria scolastica.

La mostra permanente «LIBRO E MOSCHETTO, SCOLARO PERFETTO». Ideologia e propaganda nella scuola elementare del periodo fascista (1922-1943), a cura di Juri Meda.

È ospitata presso i locali del Centro di documentazione e ricerca sulla storia del libro scolastico e della letteratura per l’infanzia. La mostra intende introdurre il visitatore nel contesto opprimente e vessatorio della scuola elementare fascista, evidenziando indirettamente – attraverso la presentazione del pesante condizionamento ideologico cui il regime sottopose le giovani generazioni – le divergenze formali e sostanziali esistenti tra una scuola politicizzata e una scuola indipendente e democratica, come quella in cui ormai numerose generazioni di Italiani sono state educate dal dopoguerra ad oggi.

La mostra è articolata in tre sezioni: Il calendario, Le materie e I valori. Ogni sezione è corredata di pannelli esplicativi chiari e semplici. Completa l’esposizione l’isola tematica Il banco del somaro.

Il Museo offre anche, a pagamento e su prenotazione, mostre itineranti.

Attualmente disponibile:

PATRÎ QUADERNI. La propaganda patriottica nelle copertine dei quaderni di scuola tra Italia post-risorgimentale e repubblicana, a cura di Juri Meda e Silvia Assirelli.

La mostra è stata esposta a Piacenza dal 7 aprile al 7 maggio 2011 e a Fermo dal 16 dicembre 2011 all’11 gennaio 2012 in occasione delle celebrazioni per il 150°anniversario dell’Unità d’Italia.

Per informazioni:

@: