Il centro

Fin dalla sua costituzione nel 2004, il fine istituzionale del Centro di documentazione e ricerca sulla storia del libro scolastico e della letteratura per l’infanzia è quello di operare in uno specifico ambito della ricerca storico-educativa rappresentato dall’editoria e pubblicistica per la scuola e dalla letteratura per l’infanzia nell’Italia dell’Otto e del Novecento.

Questo particolare settore di studi ha riscosso, nel tempo, un crescente interesse in ambito internazionale – come testimoniano le importanti ricerche condotte in Francia da Alain Choppin e dall’Institut National de Recherche Pédagogique di Parigi, in Spagna da Agustín Escolano e Bernat Sureda Garcia, in Grecia da Christina Koulouri e Ekaterini Kylina Venturas, in Canada (Ontario e Quebec) dai gruppi di ricerca animati da Yves Poirier e Paul Aubin, in Brasile dal gruppo di storici dell’educazione dell’Università di Belo Horizonte. Anche in Italia, benché all’epoca questo ambito di studi risultasse in larga misura inesplorato, negli ultimi anni si è assistito a un interessante processo di rinnovamento delle linee di ricerca specificamente attinenti a queste tematiche.

Attualmente il Centro è diretto da Anna Ascenzi, ordinario di storia dell’educazione, la quale è coadiuvata da un Consiglio direttivo, costituito da un gruppo di docenti, ricercatori e dottori di ricerca dell’Università degli Studi di Macerata: Francesco Bartolini, Edoardo Bressan, Marta Brunelli, Dorena Caroli, Luca Girotti, Juri Meda, Elisabetta Patrizi, Luigiaurelio Pomante e Roberto Sani.

Ai fini dell’indispensabile collaborazione con studiosi del settore operanti in Italia e all’estero e del fondamentale raccordo con gli altri centri di ricerca nazionali e internazionali, il Centro di documentazione e ricerca sulla storia del libro scolastico e della letteratura per l’infanzia si avvale di un Comitato Scientifico Internazionale composto dai seguenti membri: Alberto Barausse (Università degli Studi del Molise, Italy), Vitaly Bezrogov (Institute of Theory and History of Education of Moscow, Russia) Pino Boero (Università degli Studi di Genova, Italy), Giorgio Chiosso (Università degli Studi di Torino, Italy), Mariella Colin (Université de Caen, France), Agustín Escolano Benito (Universidad de Valladolid, Spain), Simonetta Polenghi (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Italy), Bernat Sureda Garcìa (Universitat de les Illes Baleares, Spain), Fang Weiping (Children’s Culture Institute of Zhejiang Normal University, China).